Finale beffa per il Como, che viene recuperato al 87’ dalla Juve Under 23 dopo una grande partita, per larghi tratti dominata.

Nei primi 5’ minuti il Como parte forte, pressando alto e tentando di fare la partita. Nei primissimi minuti si fa vedere Ganz, ma è Marano a sbloccare la partita. La mezz’ala lariana viene lanciata da Gabrielloni dopo una bellissima ripartenza corale di tutta la squadra, riceve sulla sinistra, si accentra in area con una finta e batte Loria sul primo palo.
Verso la metà del primo tempo è Gabrielloni a provarci, con tutta la sua intensità, ma la difesa blocca la sua iniziativa. In generale è il Como a imporre il gioco con i lariani che con convinzione e determinazione raccoglie gli applausi del pubblico.
Gran gioco sulle fasce per il Como che non da mai l’impressione di correre pericoli.

Nel secondo tempo Pecchia ci prova subito con due cambi per la Juventus U23. Anche nella ripresa però il Como non da mai l’impressione di avere difficoltà e continua a giocare la propria partita in attacco. Verso il 60’ i lariani si fanno vedere nell’area ospite con Gabrielloni e Ganz, quest’ultimo conclude dal limite ma la palla finisce alta.

Il Como gioca bene anche l’ultima parte della partita ma nei minuti finali la Juventus trova il pareggio su un colpo di testa di da calcio d’angolo Mulè.

La partita finisce poco dopo, un finale amaro per il Como, che nonostante la grande prestazione raccoglie solo un punto dalla sfida.

COMO: Facchin, Bovolon, Crescenzi, Sbardella; Peli, Marano, Bellemo, Raggio Garibaldi (dal 28’ st Celeghin), Iovine, Gabrielloni, Ganz (dal 41’ st Miracoli). A disposizione: Zanotti, Ferrazzo, Solini, Bolchini, Vocale, Soldi, De Nuzzo, Bianconi, Loreto, Vincenzi. All. Banchini.

JUVENTUS U23: Loria, Beruatto (dal 20’ st Zanimacchia), Mulè, Coccolo, Frabotta, Portanova (dal 14’ st Beltrame), Muratore (dal 1’ st Peeters), Han (dal 1’ st Tourè), Clemenza (dal 36’ st Frederiksen), Lanini, Mota Carvalho. A disposizione: Nocchi, Raina, Rosa, Olivieri, Di Pardo, Rafia, Alcibiade. All. Pecchia.