Ci sono persone che restano in un Club per sempre, qualunque cosa succeda. Una di queste è sicuramente Giorgio Bressani, storico dirigente del Como scomparso durante l’emergenza Covid.

La memoria di Giorgio, entrato in società nel 1998 e che ha lavorato come Segretario Generale e poi del Settore Giovanile, rimarrà per sempre nella storia del Como. Il Como 1907 crede che il modo miglior per ricordare Giorgio sia quello di aiutare e contribuire a formare i giovani del nostro territorio dentro e fuori da campo. Per questo la società lariana ha deciso di ricordarlo attivando una borsa di studio.

Proprio per i suoi anni al settore giovanile e per la sensibilità mostrata da Giorgio verso il mondo giovani, con la consapevolezza del ruolo formativo che una società di calcio svolge sul territorio, il Como consegnerà una borsa di studio del valore di 5.000€, ogni fine stagione, al calciatore del settore giovanile che si sarà particolarmente distinto per comportamenti etici, sportivi, e didattici.

L’annuncio ufficiale viene dato in occasione della prima partita che il Como 1907 giocherà al Sinigaglia dopo la pausa Covid, in quella che negli anni era diventata la “casa” di Giorgio Bressani.

Un minuto di silenzio prima del fischio d’Inizio e un posto riservato in Tribuna d’Onore, con una maglia speciale con la scritta “Bressani 22”, come gli anni di lavoro al Como.

Grande uomo e grande professionista, lavoratore instancabile e grande appassionato del suo Como, il ricordo vive e vivrà per sempre nella società biancoblù.