Il Como perde 1-2 al Sinigaglia dopo una gara combattuta che ha visto i lariani andare in vantaggio ad inizio gara. Mister Banchini, in conferenza stampa, ha commentato la prestazione dei ragazzi: “Di sicuro quello che ci è mancato è la gestione del vantaggio. Abbiamo iniziato bene e fatto esattamente quello che si doveva fare. Con i cross bassi li abbiamo messi in difficoltà e infatti abbiamo trovato il vantaggio dopo pochi minuti”.
Dopodichè si è sbagliato nella fase di non possesso: “E abbiamo subito un bel gol di Gucci. Ci siamo un pochettino innervositi e ciò non ha aiutato lo sviluppo del gioco. Non possiamo perdere lucidità e fare le cose in maniera disordinata, dobbiamo essere sereni, sempre.”
Una sconfitta che fa male, soprattutto perché in caso di vittoria si sarebbe fatto un bel salto in classifica: “La squadra aveva approcciato bene, ma eravamo convinti di poter dimostrare qualcosa in più. Non siamo riusciti a fare quello step in più per raggiungere una posizione migliore. Noi abbiamo fatto una partita sotto il nostro livello, dobbiamo riprovarci la prossima volta quando saremo più maturi” ha concluso il Mister.

Alessandro Gabrielloni, autore del gol del momentaneo vantaggio, si è detto deluso per il risultato: “Quando si vince o si perde dobbiamo sempre ringraziare i tifosi sotto la curva per il meraviglioso supporto che ci danno. Peccato, perché era molto importante dare continuità ai risultati. Abbiamo iniziato bene sbloccando la partita però abbiamo fatto errori di squadra e ci assumiamo le nostre responsabilità. La squadra è compatta e sono fiducioso per il continuo di campionato”.

Gabriele De Nuzzo, che ha invece servito l’assist al numero 11 lariano, vuole già guardare avanti alla prossima: “Sapevamo bene che la Pistoiese è una squadra fisicata ed abbiamo quindi girato la palla velocemente. Dopo il gol del pareggio si sono abbassati molto e da lì è stato difficile per noi trovare gli spazi. Loro sono una delle difese migliori del campionato. Peccato, guardiamo avanti, la squadra c’è e il gruppo è compatto. Testa bassa e lavorare, pensiamo già a settimana prossima”.