Mister Marco Banchini presenta la partita con l’Arezzo nel giorno del suo trentanovesimo compleanno.
Gara importante e sicuramente dalle trame di gioco interessanti: “Abbiamo la possibilità di giocare in serale e il campo in perfette condizioni. Affronteremo una squadra che ha grande tradizione e storia nel suo DNA e che offre giocatori di ottima qualità e giovani emergenti”.

Arezzo squadra motivata: “Avranno tante motivazioni di pancia, però credo, anzi, sono sicuro che le nostre saranno superiori. Torniamo a casa dopo un paio di partite fuori, sarà la nostra terza partita al Sinigaglia e questo ci darà grande carica”. Palla a terra e fraseggio, una squadra che gioca a calcio: “Di Donato ha vinto la serie D puntando sul gioco, ora si trova in una piazza esigente e molto calda, ha una squadra competitiva e credo che per questo ci sono le condizioni per vedere una bella partita”.

“Lavorare in settimana e aiutarsi la domenica è quello che ci vuole. Non penso al turnover, per me non esiste. E’ il lavoro in settimana che decide la formazione. Ovvio che è normale che nell’ottica delle tre partite ci possa essere un calo fisico e quindi un cambio di formazione. Dobbiamo pensare che chiunque di noi da solo non farà nulla e insieme faremo grandi cose”.